vendredi, décembre 9, 2022
AccueilA LA UNEAmbiente: L'unione Europea partner strategico

Ambiente: L’unione Europea partner strategico

E’ quello che afferma Alessandro Marmello affermato Strategic facilitator internazionale .

L’Europa con i suoi singoli Stati e con le aziende che la compongono sono assolutamente dei validi cooperatori, per la qualita’ certificata CE e per i severi controlli.

Ed e’ certo che un settore importante e’ sicuramente quello ambientale come spiega Marmello.

Le Istituzioni internazionali, governi ed associazioni, fondazioni ed altri enti, da anni manifestano un crescente impegno per le tematiche ambientali globali: è ormai superfluo ricordare l’impatto sulla salute, sulla qualità della vita, sulla salvaguardia dell’ambiente, per lo sviluppo anche Tutistico sostenibile e per le manifestazioni connesse ai cambiamenti climatici.L’attività ambientalista che presentiamo si colloca al centro del flusso montante di questo fenomeno; non solo per l’attività specifica di raccolta, riciclo e traformazione dei rifiuti plastici, ma anche per il reciclaggio in WTE (waste to energy) è concepita con impatto ambientale molto basso.

Il mercato della Green Blue Economy è parte integrante, ed e’ caratterizzato dai seguenti dinamiche:

Mercato con ottimi tassi di crescita

Evoluzione verso la ricerca di tecnologia a basso impatto ambientale

 Tematiche ambientali come “problema globale” che vedranno un inasprimento delle normative condiviso a carattere internazionale

Infatti basti sapere che per la Plastica Il riciclo globale varrà 65 miliardi di dollari entro il 2026.Un settore inevitabilmente atteso in forte e rapida crescita in futuro, con un tasso medio annuo di crescita (Cagr 2021-2026) che potrebbe attestarsi attorno al +6%.

Detto cio’, l’Africa è un continente straordinariamente ricco di risorse materiali, culturali, sociali e umane, culla delle grandi civiltà all’origine della storia. Ne sono conferma i significativi tassi di crescita conosciuti negli ultimi decenni da molti paesi del Continente e l’affermarsi in molti Paesi di una nuova classe media più colta e consapevole delle proprie potenzialità.


Dobbiamo per’ tutti combattere la paura delle cose che non conosciamo . 
Continua Marmello.

L’Italia per esempio ha ottime aziende con un made in Italy certificato e con qualita’ riconosciute in tutto il mondo, eppure L’italia e’ poco presente se non per alcune realta’ importanti come Enel. Quindi avere l’Italia alzerebbe la competitivita’ e quindi smonopolizzando il commercio rendendolo piu’ fluido.

Per esempio L’italia nella Green economy e nel settore antiquinamento e’ sicuramente avanzato perche’ e’ cresciuta in un’area difficile come il mar Mediterraneo. Il Mar Mediterraneo cambia le proprie acque ogni 90 anni ed’ essendo un bacino chiuso e’ uno dei mari piu’ inquinati, soprattutto a livello chimico. Per cui Il sistema antinquinamento Italiano da 60 anni lavora nel settore, per forza di cose, ricordando pero’ che L’inquinamento non puo’ essere fermato :” We can not stop the pollution….But we can Clean Up!:”. Quindi nel settore, Marino e terrestre L’Italiaha ottimo made in Italy. Ma attenzione non si deve pensare a singoli impianti di gestione ma si deve pensare a Depollution System in Circular Economy.

Il settore antinquinamento porta solo benefici ambientali, civili, portando lavoro e nuovi studi

Africa7
Africa7http://dg@africa7.tv
Africa7 est une chaine de télévision généraliste sénégalaise qui mise sur l’éducation la culture et le sport. Elle cible une population francophone et anglophone, jeunes et femmes de toute l’Afrique et de sa diaspora. Africa7 propose des contenus qui allient modernité, indépendance et accessibilité Africa7TV Elle est à 100% digital. Elle est visible en claire sur : La TNT (Télévision Numérique Terrestre) canal7 pour la couverture nationale au Sénégal
NOUS SUIVRE
16,985FansJ'aime
2,458SuiveursSuivre
61,453AbonnésS'abonner
Top articles
ARTICLES SIMILAIRES

LAISSER UN COMMENTAIRE

S'il vous plaît entrez votre commentaire!
S'il vous plaît entrez votre nom ici